Rischio Elettrico

La valutazione del rischio elettrico è una pratica obbligatoria che sottintende il fatto che gli impianti elettrici di ogni luogo di lavoro siano completamente a norma e perfettamente in linea con le indicazioni di legge italiane ed europee. È una valutazione che si fa sull’utilizzo degli impianti, finalizzata ovviamente ad eventuale manutenzione e aggiornamento degli stessi e che ha aspetti differenti nel caso in cui i lavoratori siano coinvolti direttamente nell’uso di cavi, corrente ad alto voltaggio, o nel caso in cui invece i lavoratori abbiano a che fare con la corrente intesa come alimentazione di strumenti o postazioni, siano cioè utilizzatori.

APT Group, attraverso l’esperienza dei propri consulenti è in grado di effettuare una dettagliata e precisa analisi del rischio elettrico, in realtà produttive sia semplici che complesse.

Contattaci

Servizi correlati

PES – PAV – PEI (Lavori sotto tensione) CEI 11-27

Corsi di Sicurezza sul Lavoro

Formazione Lavoratori – Parte specifica Basso/Medio/Alto Rischio (Accordo Stato – Regioni)

Safety Games Ideas

Prodotti

Formazione & Addestramento

Incarico RSPP & ASPP

Impianti & Manutenzione

Apt Safety Group

(+39) 0382-538026

info.aptgroup@aptgroup.it

Orario uffici

8:00 – 12:30 | 13:30 – 17:30
da lunedì a venerdì

Apt Safety Group

(+39) 0382-538026

info.aptgroup@aptgroup.it

Orario uffici

8:00 – 12:30 | 13:30 – 17:30
da lunedì a venerdì

Richiedi informazioni

Inserisci i tuoi dati per avere maggiori informazioni.

Il/La sottoscritto/a riguardo i consensi relativi al trattamento si esprime come di seguito indicato:
1.relativamente all'uso dei recapiti forniti per l'invio di comunicazioni commerciali o promozionali da parte del Titolare:
Do il consensoNego il consenso
2.relativamente alla comunicazione alle Società Apt Services srl e Apt Antincendio srl i recapiti forniti per l'invio di comunicazioni commerciali:
Do il consensoNego il consenso
3.relativamente all'uso dei propri dati personali per finalità di profilazione:
Do il consensoNego il consenso