E’ assodato che, una delle cause di infortunio ricorrenti nello svolgimento dei lavori in quota, è legata alla mancata presenza di idonee protezioni per le cadute dall’alto.

Basti pensare che le cadute dall’alto costituiscono circa un terzo degli infortuni mortali che si registrano nei luoghi di lavoro. E’ questo il motivo per cui, in assenza di misure di protezione collettive, qualsiasi ”attività lavorativa che espone al rischio di caduta da una quota posta ad altezza superiore di 2 metri rispetto ad un piano stabile”, impone l’utilizzo di sistemi di protezione idonei.

Spesso, tuttavia, i dispositivi di protezione anticaduta e di trattenuta non sono forniti dai datori di lavoro o, nel caso in cui siano presenti, sono gli stessi lavoratori a non utilizzarli. Per agire sul comportamento del lavoratore, può esser di vitale importanza esercitare un’azione di tipo formativo, basata sulla sensibilizzazione, comunicazione e formazione del dipendente.

La formazione e l’addestramento all’uso di altre attrezzature e DPI di terza categoria è resa obbligatoria dall’art. 37 del D.Lgs. n. 81/2008, in relazione alla valutazione dei rischi specifica. E’ compito del datore di lavoro, dunque, predisporre un’attività formativa adeguata e organizzare, se necessario, uno specifico addestramento per l’impiego corretto dei dispositivi di protezione individuali.

Apt Academy, azienda leader nel settore della salute e sicurezza sul lavoro, organizza corsi di formazione e addestramento sull’uso dei DPI di III categoria nei lavori temporanei in quota  affinché i lavoratori acquisiscano una maggiore consapevolezza, non solo dei loro comportamenti, ma anche degli strumenti che impiegheranno nel corso dell’ attività professionale.

SHARE THIS :